HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Cooperazione internazionale

Strategia per l'organizzazione e l'implementazione della cooperazione internazionale

La strategia istituzionale in materia di implementazione dei progetti di cooperazione internazionale, sotto l’egida del programma Erasmus, mira a sostenere coloro che partecipano ad attività di formazione, favorendo l’acquisizione e l’utilizzo di conoscenze, competenze e qualifiche per facilitare lo sviluppo personale, l’occupabilità e la partecipazione al mercato del lavoro europeo. Persegue inoltre il miglioramento della qualità e dell’innovazione nei sistemi, negli istituti e nelle prassi di istruzione e formazione professionale. Tende altresì ad incrementare l’attrattiva dell’istruzione e della formazione professionale e della mobilità per datori di lavoro e singoli ed agevolare la mobilità delle persone in formazione che lavorano.

In quest’ottica il Conservatorio di Trieste è dal 2007 partner del Conservatorio KTEUP, cui fa capo l’università di Udine, primo consorzio italiano che riunisce università e conservatori nell’organizzazione di Placements. Dal 2010 è partner nel progetto Leonardo Working With Music, di cui è stato promotore con il Conservatorio di Frosinone e L’Aquila, giunto ormai alla quarta edizione con la partecipazione di una decina di istituzioni di alta cultura musicale italiane.

Il programma, rivolto ai giovani laureati che si affacciano al mondo del lavoro, è un progetto nato per dare la possibilità ai giovani musicisti che si sono formati nei Conservatori di Musica italiani di realizzare esperienze di tirocinio professionale in Europa con sostegno di una borsa di studio Leonardo da Vinci.

Quanto ai progetti di cooperazione rivolti ai docenti, il numero di mobilità in costante aumento dimostra l’interesse dei docenti per il confronto e la conoscenza, l’incoraggiamento dell’istituzione alla mobilità ed al consolidamento di cooperazioni fruttuose che offrano rilevanti opportunità di crescita e che costituiscano un punto di riferimento anche per gli studenti.