HOME PAGE mappa contatti Cerca

Cerca persone, pagine e documenti all'interno del sito.

Appuntamenti e notizie

I concerti del Conservatorio: "Arabesque"

"Quattro flauti a Parigi"
Arianna Russolo, Lucia Jankovski, Daniela Petkoska, Urša Časar - flauti
Musiche di Berthomieu, Joubert, Debussy, Bozza
Sala Tartini - Mercoledì 15 febbraio 2017 - ore 20.30
Ingresso libero su prenotazione (tel 040-6724911)

15 febbraio 2017, 20.30

PROGRAMMA

Marc Berthomieu: Suite éolienne

   Saltarella

   Volte

   Balancelle

   Espièglerie

Claude-Henry Joubert: Suite Barométrique

   Variable

   Nuageux

   Beau fixe

Claude Debussy: Deux Arabesques

   Andantino con moto

   Allegretto scherzando

Eugène Bozza: Trois pièces

   Molto moderato

   Andantino

   Allegro

Marc Berthomieu: Arcadie

   Bergers

   Syrinx magique

   Dryades

 

NOTE DI SALA

Il XIX secolo rappresenta un periodo particolarmente florido per la letteratura flautistica, che riceve dalla musica francese un importante slancio vitale destinato a prolungarsi nel secolo scorso con grande successo. Questo programma ci porta nella Parigi di fine '800 e ci conduce al pieno '900 nel sogno della Ville Lumière. I primi due brani che aprono questo concerto sono due brevi Suite che appartengono al genere della musica descrittiva, poiché cercano di rendere attraverso i suoni, fenomeni naturali come il movimento del vento e gli agenti atmosferici. Seguono le due Arabesques di Debussy (scritte originariamente per pianoforte) che ci portano nella Francia di fine '800, periodo d’oro dell’Art Nouveau, in cui venivano usate le figure degli arabeschi con la loro curva linearità nei dipinti e come decorazione dei palazzi. Debussy, con questi brani, cerca quindi di ricreare con le note questi particolari ornamenti. Eugène Bozza, poi, ci guida nella Parigi della seconda metà del '900 con tre pezzi scritti per quattro flauti che risaltano l’eleganza e la fluidità melodica di questo strumento. Il concerto si chiude infine con la composizione forse più famosa scritta per questo organico: Arcadie; è un brano dal carattere pastorale e mitologico che evoca pastori, flauti magici e driadi, le ninfe delle querce.

 

Il Quartetto di flauti del Conservatorio "G. Tartini" di Trieste

Si è formato nel 2015 nell'ambito del corso di Ensemble di flauti tenuto dalla docente Giuseppina Mascheretti ed ha al suo attivo diversi concerti a livello regionale e nazionale. È composto da musiciste che svolgono attività concertistica anche come soliste e che si stanno perfezionando con le docenti Giuseppina Mascheretti e Luisa Sello.

 

Arianna Russolo

Ha iniziato lo studio della musica e del pianoforte all’età di sei anni con lo zio organista e compositore Giuseppe Russolo. In seguito si è iscritta al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste nella classe di Flauto di Giuseppina Mascheretti, ottenendo il diploma a pieni voti nel luglio 2014. Attualmente sta concludendo il Biennio Specialistico Interpretativo di Flauto nel medesimo istituto con la stessa docente, frequentando contemporaneamente l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Svolge attività concertistica con diverse orchestre in qualità di primo flauto, (con l’Orchestra "L. Da Ponte" di Portogruaro e con l’Orchestra Academia Symphonica di Udine), eseguendo musiche tratte dal repertorio lirico e sinfonico. Si esibisce inoltre con diversi organici cameristici (duo di flauti, trio di flauti e pianoforte, quartetto di flauti). Ha partecipato alle master classes tenute da F. Massaglia, S. Ducrot, T. Leopold, S. Hoepnner, M. Caroli, G. Pretto, B. Cavallo e D. Formisano.

Lucia Jankovski

Ha intrapreso lo studio del flauto all’età di sette anni con Erika Slama alla Scuola di musica Glasbena Matica di Trieste. Iscrittasi in seguito al Triennio di I livello al Conservatorio "G. Tartini", sta concludendo attualmente gli studi nella classe di Giuseppina Mascheretti. Ha partecipato a varie master classes con importanti e qualificati musicisti di livello internazionale: B. Cavallo, G. Pretto, H. Guoliang, H. Matsushima, S. Thorp, C. Fabiano ecc... Ha svolto attività concertistica con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio "G. Tartini" di Trieste, sostenendo anche numerosi concerti con vari organici cameristici (quartetto di flauti, duo flauto e chitarra, ecc...) e collaborando inoltre con formazioni corali della città di Trieste.

Daniela Petkoska

Nata a Ohrid (Macedonia), ha frequentato la Scuola di Musica della sua città con sua madre Olivera Petkoska, continuando gli studi presso la Scuola Superiore Musicale di Bitola con Aleksandar Stefanovski. Ha proseguito quindi la sua formazione presso la Facoltà di Musica di Skopje e, grazie alla borsa di studio Erasmus, al Conservatorio ‘’G. Tartini’’ di Trieste nella classe di Giuseppina Mascheretti. Ha frequentato numerose master classes in diversi paesi (Italia, Serbia, Germania, Macedonia e Slovenia) con flautisti di fama internazionale (J. Galway, L. Galway, E. Pahud, D. Formissano, C. Ferarrini, R. Trevisani, M. Zupan, D. Gavrich). Dal 2010 ad oggi ha svolto attività concertistica esibendosi in recitals come solista e come primo flauto dell'Orchestra della Macedonia, collaborando inoltre con molte orchestre in vari paesi europei (Italia, Germania, Polonia e Serbia). Ha ottenuto il Premio speciale "Grandprix" dall’"European Union of Music Competitiotions for Youth", al "Concorso internazionale di Valjevo" (Serbia). Attualmente è iscritta al Biennio Specialistico Interpretativo al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste, sotto la guida di Giuseppina Mascheretti.

Urša Časar

Ha iniziato a suonare il flauto nel 2002 presso la Scuola di Musica di Isola d'Istria, con le docenti Katja Petrovič, Antoneja Gjaja, Jelena Pesič ed Erika Dujc e, nell'anno scolastico 2007-2008 ha continuato gli studi presso la Scuola di Musica di Capodistria con Alenka Zupan. Nel 2007 ha partecipato al Concorso regionale per giovani musicisti ottenendo un premio d'oro e la medaglia di bronzo. Nello stesso anno ha ricevuto dalla Scuola di Musica di Isola un premio come la migliore e più promettente giovane musicista. Si è esibita in diverse città: Poreč, Padova, Trieste, Bled, Klagenfurt, Calella, Cerknica, Zurigo e Kranj. Ha sostenuto vari concerti come solista e in duo con l'arpista Eva Tomšič. Ha partecipato a seminari e master classes con noti flautisti quali: A. Zubcevič, M. Zupan, M. Schmidt (Germania - Belgio) nell'ambito della Biennale di Musica Contemporanea 2012, F. Lotti e J. Balint. Nel 2016 ha concluso il Ginnasio artistico di Capodistria ottenendo il diploma di maturità. È iscritta al Biennio Specialistico Interpretativo di Flauto presso il Conservatorio "G. Tartini" di Trieste nella classe di Luisa Sello.